Il protocollo a catena incrociata .bit aumenta $13M nel round di finanziamento di serie A

  • Secondo quanto riferito, .bit intende utilizzare il capitale per costruire ulteriormente un protocollo di identità decentralizzato cross-chain.
  • Come soluzione cross-chain, .bit ha supportato Ethereum, Tron, Binance Smart Chain, Nervos CKB e Polygon.

Il protocollo di identità decentralizzata cross-chain, .bit, ha annunciato la chiusura del round di finanziamento di serie A con $13 milioni raccolti. Secondo un rapporto della società, il round di finanziamento è stato guidato da CMB International, HashKey Capital, QingSong Fund, GSR Ventures, GGV Capital e SNZ.

Secondo quanto riferito, .bit intende utilizzare il capitale per costruire ulteriormente un protocollo di identità decentralizzato cross-chain. Come soluzione cross-chain, .bit ha supportato Ethereum, Tron, Binance Smart Chain, Nervos CKB e Poligono.

.bit e il futuro dell'industria a catena incrociata 

In particolare, il protocollo .bit è stato lanciato a luglio 2021 e vanta oltre 110.000 account registrati. Inoltre, il protocollo si è integrato con oltre 100 portafogli di risorse digitali e dApp come Trust Wallet, Torus, TokenPocket, imToken, iToken, BitKeep e AlphaWallet, tra gli altri.

Mentre gli account social tradizionali come Facebook o Twitter sono soggetti alla revisione dell'azienda, .bit offre agli utenti il pieno controllo dei propri dati. In primo luogo, .bit si propone come un contenitore di dati di nuovo tipo che gli utenti possono possedere senza autorizzazione. Inoltre, qualsiasi applicazione può leggere i dati in essa contenuti, ma solo l'utente può scrivervi dati.

La piattaforma si impegna a migliorare e creare partnership strategiche per il suo modello di business. Di recente, la piattaforma ha rinominato il dominio del proprio sito Web da DAS a did.id.

Vale la pena notare che il nucleo di .bit è un insieme di contratti intelligenti. Tuttavia, l'attuale .bit è una comunità composta da diversi ruoli come il team .bit, i registrar, i mercati, i fornitori di dati, gli sviluppatori di app e gli utenti finali, tra gli altri.

La piattaforma ha annunciato prevede di integrarsi con altre blockchain nei prossimi trimestri. La piattaforma ha anche annunciato importanti funzionalità come account secondari, cross-chain a Ethereum per diventare ERC721 NFT e alias .bit.

"Quindi, prevediamo che entro la fine di luglio o l'inizio di agosto, il nostro account secondario .bit sarà aperto a tutti e questa è una delle funzionalità più importanti che stiamo sviluppando", Tim, fondatore di .bit , recentemente notato. 

La tecnologia blockchain ha fatto enormi progressi negli ultimi anni. È ben visto dopo gli hedge fund incassati in tutto il mondo, inclusi Roccia nera entrato nel settore. Tuttavia, il futuro della tecnologia blockchain dipende ora dalla sua capacità di comunicare tra diverse catene.

Il. Si prevede che l'interoperabilità della blockchain in modo sicuro aprirà il settore all'adozione futura. Inoltre, gli utenti possono scambiare e spostare facilmente le risorse digitali attraverso diversi binari.

Note a margine

Gli sviluppatori blockchain stanno combattendo per mantenere le reti cross-chain al sicuro da attacchi come il Gruppo Lazzaro nordcoreano. 

A seguito del recente exploit del Ponte Nomade, Analisi a catena stima che $2 miliardi di criptovalute siano stati rubati attraverso 13 diversi hack di bridge cross-chain, la maggior parte dei quali è stata rubata quest'anno. Secondo quanto riferito, gli attacchi ai ponti rappresentano finora il 69% dei fondi totali rubati nel 2022.

In particolare, i bridge cross-chain sono un obiettivo interessante per gli aggressori perché spesso dispongono di un punto di archiviazione centrale dei fondi che supporta le risorse con bridge sulla blockchain ricevente.

Rebecca Davidson Verificato

Rebecca è una Senior Staff Writer di BitcoinWisdom, che lavora duramente per portarti le ultime notizie sul mercato delle criptovalute. Nelle parole di Elon Musk "Acquista azioni in diverse società che producono prodotti e servizi in cui *tu* credi. Vendi solo se pensi che i loro prodotti e servizi stiano andando peggio. Non farti prendere dal panico quando il mercato lo fa. Questo ti servirà bene a lungo termine”.

Ultime notizie