Bitcoin JP Morgan

Il CEO di JP Morgan Chase definisce le criptovalute come "schemi Ponzi decentralizzati"

  • JP Morgan ha fatto diversi investimenti in Web3 nonostante il sentimento di Jamie Dimon.
  • La Banca è diventata la prima grande istituzione finanziaria nel metaverso dopo il lancio della sua lounge virtuale su Decentraland.

Il CEO di JP Morgan Chase, Jamie Dimon, ha espresso le sue opinioni sulle criptovalute mentre rispondeva a domande sulla tecnologia blockchain durante un'audizione della Commissione per i servizi finanziari della Camera su Megabanks. Dimon ha mantenuto la sua critica alle criptovalute quando gli è stato chiesto di giustificare i suoi precedenti commenti sui token crittografici. Egli ha detto:

Sono un grande scettico sui token crittografici, che tu chiami valuta, come Bitcoin. Questi schemi Ponzi sono decentralizzati.

Il dirigente di JP Morgan Chase ha spiegato la sua mancanza di interesse per le criptovalute, osservando che credeva che blockchain, finanza decentralizzata, contratti intelligenti e libri mastri avessero valore; tuttavia, la sua preoccupazione principale erano le criptovalute.

Alla domanda sulle sue opinioni sulla proposta di legge sulle stablecoin negli Stati Uniti, Dimon ha osservato di ritenere che le stablecoin siano accettabili purché siano adeguatamente regolamentate. Dimon ha inoltre suggerito che la regolamentazione delle stablecoin dovrebbe essere simile alle politiche che si applicano ai fondi del mercato monetario.

Il JP Morgan Chase Il capo ha precedentemente notato di non avere alcun interesse a supportare attivamente l'industria delle criptovalute e una volta ha definito Bitcoin una "frode". Le sue opinioni sembravano essersi attenuate con il tempo, poiché in seguito ha ammesso che le criptovalute potrebbero essere utili nei pagamenti transfrontalieri.

di Dimon sentimenti sulle criptovalute non hanno impedito a JPMorgan di investire nella tecnologia blockchain e di sfruttarla per i servizi finanziari. La popolare banca statunitense ha chiarito le sue intenzioni nel 2020 quando ha lanciato la propria stablecoin interna, la moneta JPM, che avrebbe dovuto migliorare l'efficienza del regolamento. La JPM Coin è stata anche la prima criptovaluta sostenuta da una banca statunitense.

La banca ha successivamente annunciato il lancio di una nuova business unit dedicata alla tecnologia blockchain chiamata Onyx. La piattaforma ora serve i principali clienti istituzionali per i pagamenti internazionali.

JPMorgan ha anche effettuato investimenti significativi nel metaverso ed è diventata la prima istituzione finanziaria di primo piano nel metaverso con il lancio del suo lancio virtuale su Decentraland. I funzionari della banca hanno pubblicato un rapporto che identifica il metaverso come un'industria $1 trilione.

JP Morgan ha recentemente ampliato la sua forza del personale per soddisfare le sue ambizioni crittografiche. Il gigante bancario ha impiegato i servizi dell'ex dirigente Microsoft, Tahreem Kamptom, come nuovo dirigente senior dei pagamenti.

Lawrence Woriji Verificato

Lawrence ha raccontato alcune storie emozionanti nella sua carriera di giornalista, trova le storie legate alla blockchain molto intriganti. Crede che Web3 cambierà il mondo e vuole che tutti ne facciano parte.

Ultime notizie