La Banca di Russia si muove contro le stablecoin private

  • La Bank of Russia è stata contraria alle stablecoin private negli ultimi due anni.

La Russia è una delle più cripto-friendly nazioni del mondo, ma la sua banca apicale, la Bank of Russia, si è mossa contro le stablecoin private nel paese. La Banca di Russia si oppone fermamente all'idea sostenuta dal Ministero delle Finanze, sostenendo il lancio di stablecoin private.

Un rappresentante della banca centrale ha detto a media locale russo sulle preoccupazioni dell'istituzione sulle stablecoin private. Questi tipi di stablecoin sono altamente inclini al rischio. Questo perché il pool di attività sottostanti non appartiene al proprietario. Il prezzo della stablecoin non è stabile e il rimborso al valore nominale dell'attività in garanzia non è garantito.

Ivan Chebeskov, direttore della divisione politica finanziaria del ministero delle Finanze, ha recentemente espresso il sostegno del suo ministero per la creazione di stablecoin legate ad asset come il rublo, l'oro, il petrolio o il grano. Lo ha definito il modo corretto per migliorare la tecnologia e ha consigliato alle aziende private di utilizzare questo tipo di risorsa finanziaria se lo ritenevano essenziale.

Secondo il funzionario della Banca centrale, il rublo russo è l'unica valuta che può essere utilizzata come pagamento. Ha osservato che il rublo digitale combina tutti i vantaggi di un mezzo di scambio digitale e la stabilità di una valuta a tutti gli effetti, rendendolo il sostituto scelto dalla Banca di Russia per le stablecoin private.

La Banca di Russia e la sua lotta contro le stablecoin private

Questa non sarà la prima volta che la Banca centrale russa critica le stablecoin private. Nel 2020, il corpo finanziario si è fortemente mosso contro i piani per lanciare stablecoin private ancorate al rublo russo. All'epoca, un primo vice governatore della banca centrale russa Sergei Shvetsov, dichiarò che la banca intende vietare alle società private di fornire stablecoin sostenute dalla valuta fiat della nazione.

Shvetsov ha citato le regole cinesi sullo yuan digitale che rendono illegale per altre parti l'emissione di stablecoin ancorate allo yuan. Egli ha detto: 

La Cina ha messo al bando qualsiasi stablecoin ancorata allo yuan. Penso che non siamo lontani da questo. La banca sopprimerà tutto ciò che è posizionato come mezzo di pagamento. Partiamo dal presupposto che il rublo è il mezzo di pagamento della Federazione Russa.

Dall'anno scorso, c'è stata una raffica di discussioni sulla regolamentazione delle criptovalute e sul loro movimento in Russia. Secondo quanto riferito, il Ministero delle finanze sta preparando la sua versione del disegno di legge "Sulle valute digitali", che cerca di stabilire norme per l'uso e la distribuzione delle valute digitali. L'idea prevede di stabilire un record specifico di criptovalute e criptovalute (operatori).

Una delle revisioni più recenti includeva una disposizione che consentiva alle aziende e ai privati di utilizzare le criptovalute come forma di pagamento per il commercio internazionale. Tuttavia, vieterà l'uso delle criptovalute per i pagamenti in Russia. La revisione riconosce solo le transazioni garantite da banca. 

Lawrence Woriji Verificato

Lawrence ha raccontato alcune storie emozionanti nella sua carriera di giornalista, trova le storie legate alla blockchain molto intriganti. Crede che Web3 cambierà il mondo e vuole che tutti ne facciano parte.

Ultime notizie