La russa Sberbank tramite la sua controllata SberFactoring effettua transazioni $16M in criptovalute per la prima volta 

  • In precedenza, Sberbank era scettico sull'adozione di criptovalute nelle sue operazioni quotidiane.

La principale banca di credito russa, Sberbank, avrebbe eseguito la sua prima transazione di asset digitali sul suo punto vendita. Accanto alla sua propaggine, SberFactoring, la banca ha effettuato un'emissione da 1 miliardo di rubli, equivalente a $16 milioni e con una scadenza di novanta giorni. 

In particolare, la banca russa è stata nel tempo pessimista sull'abilità associata alle criptovalute. Tuttavia, la banca non aveva chiuso le porte ad altre risorse virtuali o innovazioni. 

Ad esempio, ha recentemente rilasciato il primo permesso operativo a un punto vendita basato su blockchain, Atomyze Russia, per scambiare risorse virtuali. 

Sberbank apre la strada alle banche russe

Come rivelato, anche il secondo prestatore nel paese VTB e la principale società Fintech hanno eseguito la prima transazione di rimborso in contanti. L'innovazione che si è manifestata lo scorso giugno è la prima nel Paese.

Ricordiamo che lo scorso marzo Sberbank ha ottenuto la sua prima licenza per scambiare risorse digitali. Secondo una dichiarazione della banca, Sberbank ora emette risorse virtuali tramite tecnologia blockchain e contratti intelligenti.

Degno di nota, la piattaforma sarà aperta ai clienti dell'istituto finanziario nel prossimo futuro. Ora, si crede che Russia mira a migliorare il monitoraggio delle transazioni crittografiche introducendo normative prima della fine dell'anno. Secondo le principali fonti ufficiali, il Cremlino intende utilizzare tecnologie avanzate per monitorare il settore.

Considerata "Cryptomania" dal suo legislatore, la Russia ha incluso l'uso della tecnologia per monitorare le transazioni crittografiche. Secondo Reuters, un'agenzia che monitora le transazioni finanziarie in Russia, Rosfinmonitoring, ha abbracciato questa innovazione. Rosinmonitoring ha lasciato intendere che la mossa aiuterà a migliorare l'efficacia delle normative sulle criptovalute nel paese.

Nel frattempo, la Banca di Russia, nel tempo, ha messo in guardia i russi dall'adozione delle criptovalute, citando l'instabilità del mercato come un grosso rischio. Inoltre, l'istituto finanziario ha espresso a gran voce i suoi timori sulla forza del mercato contro le manipolazioni e le variabili di crisi. 

Di conseguenza, la banca ha chiesto l'abolizione totale degli scambi di criptovalute e del mining o l'attuazione di rigide normative del settore.

Secondo quanto riferito, le banche si sono lamentate del modo in cui la tecnologia blockchain espone le transazioni private nello spazio crittografico. Tuttavia, non apre la strada al tracciamento dell'identità dei proprietari dell'indirizzo. Inoltre, l'istituto finanziario ha lamentato la vulnerabilità del settore al riciclaggio di denaro. La Banca di Russia ha affermato che la criptovaluta tende ad aiutare le transazioni illecite. 

Tuttavia, un membro del parlamento inferiore russo e capo del comitato finanziario Anatoly Aksakov ha riflettuto sullo sviluppo. Durante un'intervista di giovedì, il legislatore ha indicato che il regolamento sarà in casa entro l'autunno.

Rebecca Davidson Verificato

Rebecca è una Senior Staff Writer di BitcoinWisdom, che lavora duramente per portarti le ultime notizie sul mercato delle criptovalute. Nelle parole di Elon Musk "Acquista azioni in diverse società che producono prodotti e servizi in cui *tu* credi. Vendi solo se pensi che i loro prodotti e servizi stiano andando peggio. Non farti prendere dal panico quando il mercato lo fa. Questo ti servirà bene a lungo termine”.

Ultime notizie