CBDC

La Bank of Ghana annuncia piani per costruire l'inclusione finanziaria con CBDC

  • La Banca Centrale del Ghana ha già avviato un test offline per l'e-Cedis.
  • Il Ghana ha identificato l'inclusione finanziaria come il suo obiettivo principale e ritiene che una valuta digitale aumenterà notevolmente l'accesso locale ai servizi finanziari.

Il Ghana si è unito all'elenco crescente di paesi che cercano di abbracciare la valuta digitale della banca centrale (CBDC). La banca centrale del paese ha svolto ricerche sulle CBDC, che secondo loro aiuterebbe a rafforzare l'inclusione finanziaria.

In un'intervista con Cointelegraph, Kwame Oppong, capo del fintech e dell'innovazione presso la Bank of Ghana, ha rivelato che il paese dell'Africa occidentale è pronto a finalizzare il suo test CBDC e presto rilascerà la sua valuta digitale per uso pubblico. Egli ha detto:

Penso che in termini di CBDC, il nostro obiettivo sia riuscire a finire di testarlo. Abbiamo visto i risultati. Esamineremo lo studio ogni volta in futuro. Ma la nostra vera ragione per farlo è una maggiore inclusione finanziaria.

Secondo Kwame, il Ghana è già iniziato un test offline per la sua moneta digitale, l'e-Cedis. La valuta è stata testata in una città del Ghana chiamata Sefwi Asafo e la gente del posto ha potuto acquistare facilmente articoli senza connettività Internet.

L'e-Cedi del Ghana è una valuta digitale della banca centrale al dettaglio che i locali possono utilizzare per i pagamenti tramite un'applicazione di portafoglio digitale. Il paese ha deciso di andare in questa direzione dopo aver annunciato l'inclusione finanziaria come sua priorità assoluta.

Secondo il governatore della Bank of Ghana, Ernest Addison, il Ghana ha scelto di testare l'eCedi in un'area con scarso accesso a Internet per mostrare quanto possa essere utile una valuta digitale nel collegare l'accesso ai servizi finanziari.

L'interesse del Ghana per le CBDC segue la curiosità del Paese per le tecnologie emergenti e l'uso delle valute digitali. La Banca centrale del Ghana ritiene che il lancio di una valuta digitale aggiungerebbe grande valore all'economia ghanese.

Secondo Kwame, la funzione di regolamento istantaneo di CBDC farebbe potenzialmente risparmiare sui costi per la nazione dell'Africa occidentale. Tuttavia, ha ammesso che, come il resto del mondo, il Ghana sta ancora studiando l'uso delle CBDC.

Il Ghana si unisce ad altri paesi africani come la Nigeria e la Repubblica Centrafricana. Il suo vicino dell'Africa occidentale, la Nigeria, è stata la prima nazione africana a lanciare una CBDC, mentre la CAR è stata la prima nel continente a riconoscere Bitcoin come moneta a corso legale.

L'Africa ha il terzo mercato delle criptovalute in più rapida crescita al mondo. Nonostante fattori limitanti come la connettività Internet e le politiche anti-cripto, gli africani hanno mostrato grande curiosità e interesse per le valute digitali. Secondo la ricerca, un gran numero di africani si è rivolto alle criptovalute, in particolare alle stablecoin, per rimesse, risparmi e una riserva di valore.

Lawrence Woriji Verificato

Lawrence ha raccontato alcune storie emozionanti nella sua carriera di giornalista, trova le storie legate alla blockchain molto intriganti. Crede che Web3 cambierà il mondo e vuole che tutti ne facciano parte.

Ultime notizie