Sam Bankman-Fried sostiene la sua innocenza nonostante le accuse

  • Sam Bankman-Fried ha rivelato di aver subito enormi perdite finanziarie dalla saga di FTX.
  • SBF ha affermato che le sue donazioni politiche erano semplicemente per la pubblicità, così come le sue richieste di regolamentazione delle criptovalute.

L'ex CEO dell'exchange di criptovalute FTX, ora in bancarotta, Sam Bankman-Fried, si è scusato ancora una volta per il crollo della piattaforma di trading di criptovalute e ha tentato di prendere le distanze dalle accuse di frode. Il 30enne ha fatto la sua prima apparizione pubblica dal FTX crollare e ha ammesso di trovarsi in una brutta situazione finanziaria.

Mentre si parla al New York Times, Bankman-Fried ha detto di aver avuto un "brutto mese", rivelando che i suoi avvocati gli hanno consigliato di rimanere in silenzio, ma invece ha scelto di raccontare la sua versione della storia. Tra accuse di loschi affari e cattiva gestione, l'ex capo di FTX ha mantenuto la sua innocenza, dicendo: "Non ho mai provato a commettere una frode". Ma gli utenti di criptovalute credono diversamente.

Secondo due persone a conoscenza della situazione, Bankman-Fried ha trasferito discretamente $10 miliardi di fondi dei clienti FTX ad Alameda Research, provocando una crisi di liquidità alla borsa. Le fonti hanno affermato che almeno $1 miliardo di fondi dei clienti erano scomparsi.

Bankman-Fried una volta era paragonato a un'incarnazione più giovane del famoso investitore statunitense Warren Buffet. Alla fine di ottobre, si riteneva che il suo patrimonio netto fosse superiore a $15 miliardi. Tuttavia, le cose hanno preso una brutta piega per l'ex miliardario all'inizio di novembre dopo che i trader hanno ritirato $6 miliardi dalla piattaforma in tre giorni e dall'exchange di criptovalute Binance interrotto un accordo di salvataggio. L'11 novembre, FTX ha dichiarato bancarotta e Bankman-Fried si è dimesso da CEO.

FTX è attualmente in corso una tempesta di inchieste alle Bahamas e negli Stati Uniti. Secondo fonti, l'ufficio del procuratore degli Stati Uniti di Manhattan ha iniziato a esaminare la gestione dei beni dei clienti da parte di FTX a metà novembre. Inoltre, sono state avviate indagini dalla Securities and Exchange Commission e dalla Commodity Futures Trading Commission.

Tutto per pubblicità

Bankman-Fried si è ritirato dall'impressione che ha presentato nelle interviste ai media e su Capitol Hill da quando FTX ha presentato istanza di fallimento. Di recente ha affermato che il suo sostegno a un quadro normativo crittografico era semplicemente una trovata pubblicitaria, aggiungendo che le sue conversazioni sull'etica aziendale erano una copertura.

Il fondatore di FTX ha acquisito importanza come donatore politico a Washington, DC, e ha sostenuto diverse cause, tra cui una migliore regolamentazione delle criptovalute. Parlando dalle Bahamas, SBF ha affermato di non essere preoccupato per alcuna responsabilità legale o penale. Secondo lui, “c'è un tempo e un luogo in cui pensare a me stesso e al mio futuro. Non credo che sia questo.

Resta da vedere come le recenti rivelazioni di Bankman-Fried influenzeranno i suoi attuali problemi con le autorità di regolamentazione e gli investitori.

Lawrence Woriji Verificato

Lawrence ha raccontato alcune storie emozionanti nella sua carriera di giornalista, trova le storie legate alla blockchain molto intriganti. Crede che Web3 cambierà il mondo e vuole che tutti ne facciano parte.

Ultime notizie