New York firma la moratoria mineraria della prova di lavoro in legge

  • New York è il primo stato degli Stati Uniti a emettere un divieto di 2 anni sul mining di Proof of Work.
  • I gruppi cripto temono che il divieto ostacolerà la crescita del settore a New York.

New York è diventato il primo stato degli Stati Uniti ad annunciare un divieto temporaneo delle attività minerarie a prova di lavoro dopo che il governatore dello stato, Kathy Hochul, ha firmato la moratoria mineraria a prova di lavoro (PoW). Il mining di criptovalute è stato pesantemente criticato per la sua natura ad alta intensità energetica e l'impatto ambientale. Quindi, il disegno di legge si presenta come una soluzione al suo impatto sul clima.

La moratoria mineraria proof-of-work non solo vieterà nuove operazioni minerarie, ma impedirà anche alle aziende che già operano nello stato di rinnovare i loro permessi. Le aziende impegnate nel mining di PoW a New York potranno operare solo se si affidano completamente all'energia rinnovabile.

Un promemoria per il disegno di legge diceva:

La legge proibirà il rilascio per due anni dei permessi della legge sulla conservazione ambientale per le operazioni di mining di criptovaluta a prova di lavoro che vengono gestite attraverso impianti di generazione elettrica che utilizzano un combustibile a base di carbonio.

Sebbene le attività crittografiche siano popolari a New York, l'assemblea statale ha scioccato la comunità quando ha approvato il disegno di legge sul mining PoW ad aprile e ha ricevuto il sostegno del Senato statale a giugno. Fonti affermano che il governatore Huchkul firmato il disegno di legge come risultato della pressione di lobbying per raggiungere i suoi obiettivi di emissione di carbonio. 

Il governatore Huchkul ha assicurato i suoi seguaci, dicendo:

Farò in modo che New York continui a essere il centro dell'innovazione finanziaria, adottando anche misure importanti per dare priorità alla protezione del nostro ambiente.

La deputata, Anna R. Kelles, crede che il passaggio del disegno di legge è "una grande vittoria per il nostro pianeta e un segno che New York non ha paura di guidare la nazione nella nostra politica climatica".

Il consenso minerario PoW viene utilizzato dai minatori di Bitcoin e da alcuni altcoin. Inoltre, gli esperti di crittografia ritengono che il meccanismo PoW sia uno dei metodi più sicuri e decentralizzati per verificare una transazione su una blockchain. Tuttavia, i disaccordi sull'elevato consumo di energia di PoW lo hanno contaminato.

Con gli Stati Uniti che rappresentano 37,8% dell'hash rate della rete Bitcoin, gli Stati Uniti detengono ora la percentuale più alta dell'hash rate globale di mining di Bitcoin. Il divieto di due anni sul mining di PoW può essere spiacevole e potrebbe persino spronare altri stati a seguire lo stesso corso.

Il divieto di mining proof-of-work a New York è stato oggetto di aspre critiche da parte della comunità delle criptovalute. Le associazioni imprenditoriali nello stato temono che il disegno di legge rallenterà l'espansione del settore delle criptovalute nell'Empire State.

Perianne Boring, CEO della Camera di commercio digitale, ha criticato Hochul per aver emanato il divieto, sostenendo che nessun altro settore nello stato è stato messo da parte per il suo consumo di energia. Tuttavia, il governatore Hochul rimane convinto che la mossa sia stata buona. Lei disse,

Sto firmando questa legislazione in legge per basarmi sul Climate Leadership and Community Protection Act di New York, la legge sul clima e l'energia pulita più aggressiva della nazione, continuando anche i nostri sforzi risoluti per sostenere lo sviluppo economico e la creazione di posti di lavoro nello stato di New York.

Anche le autorità in Europa hanno preso in considerazione un divieto simile per il mining di PoW, ma tale divieto non è riuscito a farsi strada nella legislazione MiCa.

Lawrence Woriji Verificato

Lawrence ha raccontato alcune storie emozionanti nella sua carriera di giornalista, trova le storie legate alla blockchain molto intriganti. Crede che Web3 cambierà il mondo e vuole che tutti ne facciano parte.

Ultime notizie