Tre aziende e il loro fondatore hanno citato in giudizio dalla SEC per la vendita di titoli non registrati

  • La SEC ha presentato una denuncia contro tre entità e il loro fondatore presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale di Washington.
  • Dragonchain Inc. (Dragonchain), The Dragon Company (TDC) e Dragonchain Foundation (la Fondazione) e il fondatore John Joseph Roets avrebbero raccolto $14,2 milioni tramite offerte di titoli di criptovalute non registrati.

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti stringe costantemente il pugno per attaccare elementi famigerati nel settore delle criptovalute. Di recente ha presentato una denuncia contro tre entità e il loro fondatore presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per il distretto occidentale di Washington per offerte di titoli di criptovalute non registrate.

Secondo il funzionario comunicato stampa, la SEC ha accusato John Joseph Roets e tre entità da lui controllate: Dragonchain Inc. (Dragonchain), The Dragon Company (TDC) e Dragonchain Foundation (la Fondazione), per aver raccolto circa $16,5 milioni tramite titoli di criptovalute non registrati offerte.

Secondo l'agenzia di regolamentazione, Roets, Dragonchain e la Fondazione hanno iniziato a offrire un token non registrato chiamato Dragon Token (DRGN) nel 2017. Avrebbero condotto vendite DRGN in due fasi: una prevendita scontata nell'agosto 2017 ai membri di un club di investimento crittografico e un'offerta iniziale di monete (ICO) in ottobre e novembre dello stesso anno, con il marketing predominante per gli investitori in criptovalute. La denuncia recita:

"Attraverso questa offerta, gli imputati avrebbero raccolto circa $14 milioni da circa 5.000 investitori in tutto il mondo, compresi gli Stati Uniti".

Una marea di accuse

La causa della SEC afferma che gli imputati hanno discusso pubblicamente, tra le altre cose, del potenziale di investimento, dei prezzi e della "quotazione" di DRGN sulle piattaforme di trading, commercializzando anche l'offerta agli investitori di criptovalute. Successivamente, tra il 2019 e il 2022, Roets, Dragonchain, la Fondazione e TDC avrebbero offerto e venduto circa $2,5 milioni di token DRGN per gestire le spese aziendali con l'obiettivo di sviluppare ulteriormente e commercializzare la tecnologia Dragonchain. Inoltre, la denuncia sottolinea che alcune di queste transazioni sono avvenute dopo che un'autorità di regolamentazione statale ha riconosciuto che i DRGN sono titoli.

In particolare, l'indagine sulle presunte attività illecite è stata condotta dalla Crypto Assets and Cyber Unit presso l'Arsen R. Ablaev dell'ufficio regionale di Chicago. Amy Flaherty Hartman e Carolyn Welshhans hanno supervisionato il caso.

La SEC accusa gli imputati di violazioni delle Sezioni 5(a) e (c) del Securities Act del 1933 ("Securities Act"). Inoltre, l'organismo di regolamentazione chiede sanzioni civili, ingiunzioni basate sulla condotta, sboccatura con interesse pregiudiziale e ingiunzioni permanenti contro ciascun imputato.

Sonda SEC di fronte Coinbase

Il mese scorso, la SEC ha presentato una denuncia separata di accuse di frode sui titoli contro l'ex product manager di Coinbase, Ishan Wahi, a seguito dell'indagine del Dipartimento di Giustizia (DOJ) sull'insider trading.

Secondo la SEC, lo schema di insider trading prevedeva nove titoli di asset digitali. Paul Grewal, chief legal officer presso Coinbase, ha risposto negando queste accuse. È interessante notare che Caroline Pham, commissaria della CFTC, ha definito le azioni della SEC "un esempio lampante di 'regolamentazione mediante l'applicazione'".

Da allora, la SEC ha condotto indagini su Coinbase identificando una serie di attività che considerava titoli quotati in borsa. Inoltre, sta esaminando se il gigante dello scambio di criptovalute abbia violato le normative consentendo il trading di determinati token.

Avatar
Parte Dubey Verificato

Un giornalista crittografico con oltre 3 anni di esperienza in DeFi, NFT, metaverse, ecc. Parth ha lavorato con i principali media nel mondo crittografico e finanziario e ha acquisito esperienza e competenza nella cultura crittografica dopo essere sopravvissuto ai mercati ribassisti e rialzisti nel corso degli anni.

Ultime notizie