uomo sorridente che legge il libro mentre si tiene la tazza

Parere di esperti sul documento della BCE relativo ai regolamenti sulle criptovalute

  • Hansen ha affermato che è di competenza delle banche centrali vigilare sulla fiat del proprio paese. 
  • Pertanto, ha divulgato che la regolamentazione della finanza decentralizzata e ancor di più della criptovaluta è discutibile.

Patrick Hansen, consulente per le criptovalute di Presight Capital, ha analizzato il documento della Banca centrale europea sulla criptovaluta. Di recente, la BCE ha pubblicato un documento in cui propone un regolamento “onnicomprensivo”.

 Di conseguenza, il La BCE intende coprire la criptovaluta settore quanto più possibile in termini di regolamentazione. Il documento consigliava ai legislatori dell'area come regolamentare al meglio il settore.

In particolare, il documento ha ammesso che il settore degli asset virtuali sta crescendo rapidamente. Il documento indicava che se la tendenza continua senza un'adeguata regolamentazione, sarebbe pericoloso. La BCE ha divulgato che la mancanza di regolamentazione vedrà le criptovalute innescare l'instabilità finanziaria nell'economia europea.

La comunità delle criptovalute dovrebbe essere considerata uno Stato sovrano?

In esso, il focalizzato sulla carta su tre settori integrali dell'industria delle criptovalute. Vale a dire, Stablecoin, Finanza Decentralizzata (DeFi) e Rischio climatico della criptovaluta. La Banca centrale europea ha indicato che i tre settori dello spazio crittografico richiedono un'attenzione urgente.

Come analizzato da Hansen, in primo luogo, il documento affronta le implicazioni sul clima delle attività legate alla criptovaluta. Afferma che esiste un'opzione per supportare la "versione crittografica del veicolo elettrico" o vietare il tipo di combustibile fossile.

Degno di nota, si tratta del meccanismo di consenso PoW e PoS presente nello spazio crittografico. Con enfasi, affronta come Ethereum sta per migrare al PoS. Mentre Bitcoin mantiene ancora le sue operazioni sul PoW.

Inoltre, la BCE ha ritenuto che i governi non possano trascurare la situazione. I documenti rivelano che le autorità di regolamentazione potrebbero vietare l'attività mineraria e imporre una tassa sul carbonio sulle transazioni o sulla detenzione di criptovalute. L'istituto finanziario ha rivelato che una qualsiasi delle suddette mosse è ragionevole. 

Inoltre, il documento parla di finanza decentralizzata affermando che la maggior parte dei protocolli è centralizzata. Successivamente, la Banca Centrale ha illustrato come Scambia è sotto il controllo di sviluppatori, investitori iniziali e balene.

Tuttavia, Hansen ha affermato che è nella giurisdizione delle banche centrali vigilare sulla fiat del proprio paese. Pertanto, ha divulgato che la regolamentazione della Finanza Decentralizzata è discutibile.

La tappa successiva si è concentrata su Stablecoin. Un particolare settore dell'industria che la Banca centrale europea ha cercato di ripudiare dallo scorso anno. Con enfasi, questa parte si è concentrata sulla scomparsa del Terra ecosistema.

Nello specifico, il documento afferma che le Stablecoin richiedono un intervento normativo urgente per proteggere gli investitori. Successivamente, tale richiesta è stata accompagnata dalla richiesta di adozione della legge MiCA da parte dell'Unione Europea.

Come presentato dalla BCE, il crollo di UST indica che le stablecoin non sono affatto stabili. Secondo i giornali, questa opinione è ulteriormente alimentata dalle circostanze in cui l'USDT ha perso il suo ancoraggio per un po'.

Quindi, Hansen ha affermato che la BCE non ha tracciato una linea parallela tra stablecoin e fiat. Ha affermato che la banca non ha ammesso come le fiat stiano combattendo la svalutazione a causa di determinate situazioni.

Rebecca Davidson Verificato

Rebecca è una Senior Staff Writer di BitcoinWisdom, che lavora duramente per portarti le ultime notizie sul mercato delle criptovalute. Nelle parole di Elon Musk "Acquista azioni in diverse società che producono prodotti e servizi in cui *tu* credi. Vendi solo se pensi che i loro prodotti e servizi stiano andando peggio. Non farti prendere dal panico quando il mercato lo fa. Questo ti servirà bene a lungo termine”.

Ultime notizie